CONTATTI 1920 424

Superbonus 110%

Ecobonus e altri bonus fiscali edilizi: le risposte che cercavi

Il Superbonus 110% è un’agevolazione prevista dal Decreto Rilancio (DL 34/2020 convertito in Legge 77/2020) che consente di elevare al 110% la detrazione fiscale per le spese sostenute dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021 per specifici interventi di efficientamento energetico (isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano l'involucro dell'edificio con un'incidenza superiore al 25 per cento della superficie disperdente lorda dell'edificio o dell'unità immobiliare situata all'interno di edifici plurifamiliari che sia funzionalmente indipendente e disponga di uno o più accessi autonomi dall'esterno) e di misure antisismiche, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.
Queste misure si affiancano alle detrazioni per gli altri Bonus Edilizi già attive e spettanti per gli interventi di riqualificazione energetica e recupero del patrimonio edilizio. 

Se vuoi avere maggiori informazioni puoi consultare l’art. 119 del Decreto Rilancio (D.L. 34/2020), visitare l’area tematica dedicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate in cui è possibile anche scaricare la guida e altri documenti d’interesse.

CHI PUÒ BENEFICIARE DEL SUPERBONUS 110% 
  • Persone fisiche , per lavori effettuati su singole unità immobiliari, limitatamente a un numero massimo di due unità immobiliari per ciascun beneficiario (proprietario, conduttore, ecc) non adibite ad attività d’impresa, arte o professione
  • Condomìni, per i lavori effettuati sulle parti comuni degli edifici 
  • Istituti autonomi case popolari (IACP) 
  • Cooperative edilizie di abitazione a proprietà indivisa
  • Enti del terzo settore iscritti nei pubblici registri (ONLUS, Organizzazioni di volontariato, APS)
  • Associazioni e società sportive dilettantistiche, per i lavori destinati ai soli immobili o parti di immobili adibiti a spogliatoi
COME BENEFICIARE DEL SUPERBONUS 110%
Dopo aver effettuato uno o più lavori agevolabili previsti dalla legge e aver ottenuto le asseverazioni richieste, per usufruire del beneficio fiscale puoi optare alternativamente per:   
  • DETRAZIONE FISCALE :la detrazione fiscale del 110% delle spese sostenute in cinque quote annuali di pari importo > in questo caso il pagamento è a tuo carico e dovrai dichiaralo in detrazione nella tua dichiarazione dei redditi
  • CESSIONE DEL CREDITO: la cessione del credito d’imposta di pari ammontare alle Banche o ad altri intermediari finanziari a cui cedi il credito d’imposta per il recupero delle somme anticipate 
  • SCONTO IN FATTURA: la cessione del credito all’impresa esecutrice degli interventi > in questo caso l’azienda che ha effettuato i lavori ti riconosce uno sconto sul corrispettivo dovuto fino ad un importo massimo pari al corrispettivo stesso (importo del credito che le hai ceduto) e sarà a suo carico l’attività per il recupero del contributo anticipato sotto forma di credito d'imposta con facoltà di successive cessioni di tale credito alle Banche o ad altri intermediari finanziari
QUALI SONO GLI INTERVENTI CHE DANNO DIRITTO AL BONUS

Gli interventi principali, o trainanti, che fruiscono del superbonus fino al 110% sono:

  • ISOLAMENTO TERMICO: delle superfici opache verticali (pareti generalmente esterne), orizzontali (coperture, pavimenti) e inclinate dell’edificio con incidenza oltre il 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio o dell’unità immobiliare autonoma e indipendente. 
    Per un ammontare complessivo delle spese non superiore a:
    • 50.000 euro per gli edifici unifamiliari o indipendenti 
    • 40.000 euro, moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio per gli edifici composti da due a otto unità immobiliari
    • 30.000 euro, moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio per gli edifici composti da più di otto unità immobiliari
       
  • SOSTITUZIONE DEGLI IMPIANTI ESISTENTI DI CLIMATIZZAZIONE INVERNALE: sostituzione con impianti centralizzati per il riscaldamento, e/o il raffrescamento e/o la fornitura di acqua calda, sulle parti comuni degli edifici o sugli edifici unifamiliari. 
    Per un ammontare complessivo delle spese, riconosciute anche per le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dell'impianto sostituito, non superiore a:
    • 30.000 euro sugli edifici unifamiliari o indipendenti
    • 20.000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l'edificio per gli edifici composti fino a otto unità immobiliari
    • 15.000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l'edificio per gli edifici composti da più di otto unità immobiliari.
       
  • ANTISISMICO: interventi di messa in sicurezza su edifici in zone sismiche 1, 2 e 3 anche se realizzati in un numero superiore alle due unità immobiliari. 
    Per un ammontare delle spese non superiore a 96.000 euro per unità immobiliare.

Ti spetta il superbonus 110% anche per le spese sostenute per ulteriori interventi (definiti trainati) eseguiti congiuntamente ad uno dei 3 interventi (c.d. trainanti) descritti sopra.

Gli interventi trainati sono:

  • EFFICIENTAMENTO ENERGETICO: ecobonus ordinario relativo, ad esempio, ad interventi di sostituzione di infissi e serramenti, di coibentazione, di installazione di schermature solari e pannelli solari per la produzione di acqua calda, sostituzione di caldaie con impianti a condensazione o pompa di calore, di riqualificazione energetica, per ciascuno dei quali si applicano i limiti di spesa previsti dalla legislazione vigente
  • RICARICA DI VEICOLI ELETTRICI: installazione negli edifici di impianti appositi per consentire la ricarica dei veicoli elettrici per ammontare complessivo di spese nono superiore a 3.000 euro
  • FOTOVOLTAICO: installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica o l'installazione, contestuale o successiva, di sistemi di accumulo integrati per un ammontare complessivo delle spese non superiore a 48.000 euro per singola unità immobiliare (nel limite di 2.400 euro per KWh di potenza nominale o di 1.000 euro per Kwh di capacità di accumulato)

TI RICORDIAMO CHE
Gli interventi realizzati su unità immobiliari appartenenti alle categorie catastali A1 (Abitazioni di tipo signorile), A8 (Abitazioni in ville) e A9 (Castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici non aperti al pubblico) non danno diritto al Superbonus.
Il superbonus 110% ti viene riconosciuto se gli interventi apportano nel complesso un miglioramento di 2 classi energetiche all’intero edificio o unità immobiliare.

 

LA NOSTRA OFFERTA PER SUPERBONUS 110%, ECOBONUS, SISMABONUS E ALTRI BONUS EDILIZI

Siamo al fianco di famiglie, condomìni e aziende appaltatrici con i nostri esperti per fornire il supporto necessario alla realizzazione degli interventi che beneficiano delle agevolazioni previste dal Decreto Rilancio.

  • Per privati (persone fisiche al di fuori  dell'esercizio  di  attività  di impresa, arti e professioni) e condomìni che vogliono realizzare gli interventi previsti Decreto Rilancio (D.L. 34/2020), Banca Monte dei Paschi di Siena può sia acquistare il credito d’imposta che offrire un sostegno finanziario per l’esecuzione delle opere.
  • Per le aziende che hanno concordato lo sconto in fattura con i propri clienti, Banca Monte dei Paschi di Siena può acquistare il credito d’imposta e, in caso di necessità, finanziare il cantiere dall’inizio dei lavori fino alla sua conclusione.