Web Analytics
Internet Banking
Codice utente: Utente:
Recupera dati di accesso
CORPORATE BANKING PasKey aziendaonline
ENTI E ISTITUZIONI PasKey tesoreriaonline
Internet Banking
Codice utente: Nome utente:
Recupera dati di accesso
La nuova password deve essere composta da 8 cifre.
Ecco alcuni consigli utili per scegliere una password sicura: evita il riferimento ai tuoi dati personali, come ad esempio la tua data di nascita, il tuo numero di cellulare o il tuo codice utente; non utilizzare una sequenza crescente o decrescente di cifre (es. 12345678, 87654321, etc.); evita sequenze facili come 00000000 o 11111111.
CORPORATE BANKING PasKey aziendaonline
ENTI E ISTITUZIONI PasKey tesoreriaonline

OGGI VORREI...

Comunicati scegli Eventi & News entra Press Kit entra Contatti entra

Gruppo Montepaschi: il CDA approva i risultati del terzo trimestre 2012

Comunicato stampa finanziario

14/11/2012 07:55

  • Primi significativi effetti dell’avvio del Piano Industriale: aumento dei volumi di raccolta diretta ( 2,2% t/t), flusso lordo di wealth management ( 8,9% t/t), flusso nuovi clienti ( 66% t/t)
  • Raddoppia la counterbalancing capacity e si riduce l’esposizione verso la BCE
  • Prosegue l’efficientamento gestionale, costi nel trimestre pari a € 822 milioni (-2,3% t/t)Costo del credito a 119 pb, 3 pb sul precedente trimestre a conferma delle difficoltà congiunturali
  • Core Tier 1 stabile su giugno al 10,8%
  • Approvata la fusione di Banca Antonveneta e MPS Gestione Crediti Banca in Banca Monte dei Paschi

Siena, 14 Novembre 2012 – Il Consiglio di Amministrazione di Banca Monte dei Paschi di Siena SpA ha esaminato ed approvato ieri i risultati del terzo trimestre 2012.

Nel 3° trimestre 2012, in un quadro congiunturale di forte recessione, si è registrato un allentamento delle tensioni sui mercati finanziari e del debito sovrano. A seguito dell’annuncio del possibile piano di acquisti di bond governativi da parte della BCE, lo spread BTP-Bund è sceso sotto i 315 pb e, allo stesso tempo, i mercati azionari hanno segnato un’inversione di tendenza, con i Paesi europei “core” che hanno recuperato in misura decisa, mentre in Italia il FTSEMIB si è attestato ai livelli di inizio periodo. I tassi di interesse, dopo il taglio della BCE di 25 pb, hanno registrato un’ulteriore, brusca discesa (l’Euribor ad 1M ha raggiunto il minimo attorno agli 11 pb), ed è continuato il processo di progressivo appiattimento della curva per scadenze. Relativamente all’economia reale l’Italia si conferma in recessione e, secondo le previsioni di consenso, nella media di quest’anno il PIL dovrebbe diminuire di oltre due punti percentuali.

In tale contesto, ancora fragile ed incerto, il Gruppo ha operato al fine di espandere i volumi di raccolta con clientela commerciale, in particolare la componente diretta, che ha permesso di ridurre l’esposizione in BCE. Gli impieghi hanno registrato una dinamica sostanzialmente stazionaria, a riflesso di una ridotta domanda di credito, mentre sono aumentati i crediti deteriorati. Sul fronte degli attivi finanziari, il portafoglio titoli ha beneficiato della ripresa di valore delle posizioni valutate al fair value, grazie al calo dello spread Italia, e conseguentemente è migliorato il saldo delle riserve patrimoniali da valutazione.Tali dinamiche operative e di contesto si sono riflesse sui risultati economici correnti del Gruppo che, nel 3° trimestre, ha realizzato una flessione dei ricavi primari soprattutto a causa della riduzione del margine di interesse, che ha scontato l’ulteriore calo dei tassi, mentre le commissioni nette si sono attestate sullo stesso livello del trimestre precedente, beneficiando dell’accelerazione dell’attività commerciale impressa dall’avvio del Piano Industriale. Allo stesso tempo, il Gruppo ha proseguito nel proprio obiettivo di miglioramento dell’efficienza operativa, accelerando il setup delle azioni previste nel Piano Industriale 2012-2015 al fine di rilanciare tempestivamente lo sviluppo del business.

Scarica la versione completa